Biorobotics and new technologies for marine robotics

Livorno, 18 June 2013

The Research Centre on Sea Technologies and Marine Robotics of the BioRobotics Institute and the Acquario di Livorno presents the “Biorobotics and new technologies for marine robotics” within the events at "Primavera della Scienza 2013".

Guests of the Acquario di Liviorno will have the chance to see various robots and prototypes developed by the ‘Research Centre on Sea Technologies and Marine Robotics’ of the BioRobotics Institute and talk to the researcher.

Exhibition and show takes place at the Auditorium of the ‘Acquario di Livorno’ Tuesday, 18 June 2013 from 14.00-19.00  and will show the use of biorobotic technologies for marine applications.

 

Follow full details (in Italian)

 

PRIMAVERA DELLA SCIENZA 2013

“LA BIOROBOTICA E LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MARE”

 MARTEDI 18 GIUGNO IN MOSTRA ALL’ACQUARIO DI LIVORNO

 

Nella ricca serie d’iniziative organizzate nell’ambito de “La Primavera della Scienza 2013” l’Acquario di Livorno – in collaborazione con il CENTRO di RICERCA sulle TECNOLOGIE per il MARE e la ROBOTICA MARINA dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna – partecipa nella giornata di Martedì 18 giugno con la mostra “La biorobotica e le nuove tecnologie per il mare”.

Ciò a conferma della volontà della società Costa Edutainment S.p.A. di partecipare agli eventi e manifestazioni cittadine, proponendo l’Acquario di Livorno come una realtà attiva e vivace, capace di attrarre importanti flussi turistici con la collaborazione ed in sinergia con altre strutture e operatori del territorio.

 

“La biorobotica e le nuove tecnologie per il mare”: Martedì 18 giugno  2013 dalle 14.00 alle 19.00  (Auditorium)

Martedì 18 giugno 2013, dalle ore 14.00 alle ore 19.00 (ultimo ingresso 18.15) tutti coloro che decideranno di visitare l’Acquario di Livorno avranno – incluso nel biglietto di ingresso alla struttura - l’esclusiva possibilità di vedere in mostra nell’Auditorium della struttura gli ultimi prototipi ed i robot marini OCTOPUS, Octo-Prop e PoseiDRONE realizzati dal Centro di Ricerca sulle Tecnologie per il Mare e la Robotica Marina.

Alle ore 15.00 ed alle ore 17.00 i ricercatori del Centro ed un rappresentante dell’Acquariologia dell’Acquario di Livorno interverranno con un breve talk per una sintetica presentazione dell’iniziativa, del motivo della collaborazione tra le due realtà e dei progetti portati avanti dal Centro.

 

                                  

 I ricercatori del Centro saranno a disposizione per illustrare ai visitatori gli studi e i progetti di ricerca alla base della realizzazione di tecnologie innovative per la biorobotica e la robotica marina.

Alle ore 15.00 ed alle ore 17.00 si terranno inoltre due brevi talk.

Si tratterà di un vero e proprio “Viaggio tra ingegneria e biologia marina: l’acquario dei robot”: protagonisti di questi viaggio tra ingegneria e biologia saranno i robot, bio-inspirati e sviluppati seguendo come modelli animali ed organismi acquatici.

Lo studio di specie marine come polpi, meduse e diverse specie di pesci è fonte di inspirazione per lo sviluppo di robot in grado di validare ipotesi scientifiche sulla fisiologia dei sistemi viventi ed introdurre soluzioni ingegneristiche innovative con applicazioni nel settore della robotica marina, per il monitoraggio ambientale, l’esplorazione e la manutenzione dell’ambiente acquatico.

In particolare, il Centro di Ricerca sulle Tecnologie per il Mare e la Robotica Marina con i progetti OCTOPUS, Octo-Prop e PoseiDRONE studia il polpo, un animale con capacità motorie, sensoriali e di comportamento uniche.  Totalmente privo di strutture rigide, il polpo è capace di passare in aperture molto strette, ha otto braccia capaci di ruotare, allungarsi e flettersi in tutte le direzioni. Allo stesso tempo, è dotato di una struttura muscolare unica che gli permette di variare la propria rigidezza, e può all’occorrenza esercitare notevoli forze o manipolare oggetti con estrema precisione.

Lo studio del polpo ha portato alla realizzazione di nuove tecnologie e materiali per la robotica “soft”, come pure alla progettazione e realizzazione di un “Soft robot” subacqueo con capacità motorie di locomozione su varie superfici, di nuotata per propulsione e di manipolazione.

L’innovazione nell’uso della tecnologie di robotica “soft” sviluppate durante i progetti OCTOPUS e Octo-Prop, come pure la loro ottimizzazione con PoseiDRONE, permetteranno lo sviluppo di robot in grado di raggiungere la zona operativa navigando agevolmente attraverso ambienti anche non strutturati ed inaccessibili ad operatori umani o robot tradizionali, e potranno essere usati anche a contatto con fondali, rettili o infrastrutture subacquee per compiti di esplorazione ed intervento, nello specifico ambito della salvaguardia ambientale e dei fondali costieri.

 

Centro di Ricerca sulle Tecnologie per il Mare e la Robotica Marina

Il Centro di Ricerca sulle Tecnologie per il Mare e la Robotica Marina dell’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna si propone come centro di eccellenza nella ricerca e sviluppo di nuove tecnologie e sistemi robotici per applicazioni marine.

I ricercatori del Centro si occupano della progettazione e sviluppo di robot marini per l’osservazione, l’esplorazione ed il monitoraggio dell’ambiente acquatico, dello studio delle specie marine con la ricostruzione del loro ambiente naturale, dello sviluppo di strumenti bio-ingegneristici per l’analisi delle specie marine, fino alla progettazione e sviluppo di tecnologie innovative per la robotica marina. Il Centro si dedica alla formazione di giovani per la ricerca e l’innovazione, organizza percorsi di studio e formazione per la divulgazione della cultura scientifica e tecnologica nel campo della robotica marina e della biorobotica, e promuove programmi di sperimentazione, innovazione industriale e trasferimento tecnologico alle imprese.

Il Centro è impegnato in attività di ricerca ed in collaborazioni con enti, istituzioni ed imprese a livello locale ed internazionale per lo sviluppo e la realizzazione di nuove tecnologie per la robotica marina, ed anche di robot marini per il monitoraggio ambientale (come è il caso dei progetti “HydroNet” e “V-Fides”), o per altri tipi di interventi di esplorazione e manutenzione (si veda progetto “PoseiDRONE”). E’ inoltre coinvolti in progetti per il design e lo sviluppo di nuove tecnologie biomimetiche (attuatori, sensori, sistemi ed altri componenti) ispirati alle specie marine e per applicazioni marine (progetti OCTOPUS e Octo-Prop).

 

Progetto OCTOPUS (http://www.octopus-project.eu/)

Ha l’obiettivo di realizzare un robot ispirato al polpo (Octopus vulgaris), totalmente realizzato con materiali “soft”. La grande sfida di OCTOPUS è di studiare e capire i principi che sono alla base delle capacità senso-motorie del polpo in modo da sfruttarli e applicarli in un nuovi concetti di design di sistemi e tecnologie robotiche, e nella realizzazione di un sistema robotico basato sull’anatomia del polpo, e dotato di prestazioni simili in termini di destrezza, velocità, controllo, flessibilità ed applicabilità nell’ambiente marino.

OCTOPUS, cofinanziato dalla Commissione Europea sotto il tema delle ‘Future and Emerging Technologies’, è un progetto integrato coordinato dall’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna in cui lavorano un team multidisciplinare di ingegneri, robotici, matematici, informatici, biologi e neuro scienziati, che mira a portare nuova scienza e nuove tecnologie.

OCTOPUS rappresenterà il primo robot interamente soft con braccia flessibili in grado di raggiungere siti difficilmente praticabili e con capacità di manipolazione, che potrà aprire nuovi scenari per la robotica marina. Il progetto ha portato anche alla realizzazione di nuove tecnologie per la robotica soft in generale, applicabili anche in altri settori oltre a quello marino (es. medico-chirurgico), come nuovi attuatori, nuovi materiali, sensori e sistemi di controllo.

Coordinatore del progetto:  Prof. Cecilia Laschi, Vice Direttore dell’Istituto di BioRobotica, Scuola Superiore Sant’Anna

 

Progetto Octo-Prop (http://sssa.bioroboticsinstitute.it/projects/CFD-OctoProp)

Il progetto Octo-Prop ha l’obiettivo di studiare la fluidodinamica della nuotata in propulsione nei cefalopodi, ed in particolare nel polpo. Finanziato dalla Commissione Europea sotto il tema Marie-Curie Actions, Octo-Prop si propone di realizzare nuovi dispositivi robotici soft in grado di muoversi in propulsione acquatica a getti pulsati.

 

Progetto PoseiDRONE ( http://sssa.bioroboticsinstitute.it/projects/PoseiDRONE)

Il progetto PoseiDRONE nasce dalla collaborazione tra la Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno e l’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna, e ha come obiettivo la realizzazione di un “soft robot” subacqueo con capacità motorie di locomozione su varie superfici o di nuotata per propulsione, e di manipolazione.

L’innovazione nell’utilizzo delle tecnologie di robotica “soft” sviluppate durante i progetti OCTOPUS e Octo-Prop e la loro ottimizzazione permetteranno con PoseiDRONE lo sviluppo di robot in grado di raggiungere la zona operativa navigando agevolmente attraverso ambienti anche non strutturati e inaccessibili a operatori umani o robot tradizionali, e potranno essere usati anche a contatto con i fondali, con relitti, o con infrastrutture subacquee, per compiti di esplorazione e intervento, nell'ambito specifico della salvaguardia ambientale e dei fondali costieri.

Coordinatore del progetto: Prof. Paolo Dario, Direttore dell’Istituto di BioRobotica, Scuola Superiore Sant’Anna.

 

L’Acquario di Livorno

L’Acquario di Livorno  gode di una splendida location situato sul lungomare di Livorno nella Terrazza Mascagni.

La struttura offre ai visitatori la possibilità di ammirare le bellezze del mare e di scoprirne le curiosità nelle 32 vasche espositive che ospitano oltre 1.700 animali di circa 300 specie diverse.

La tartaruga verde “Cuba” – star della struttura – nuota nella vasca principale dell’Acquario, la vasca Indo-Pacifico che riproduce l’ambiente marino tropicale di questi mari, assieme ad un esemplare di pesce napoleone, ed alcuni squali pinna nera, ricciole e pesci scorpione.

La prima sala – dedicata al biologo Diacinto Cestoni – i visitatori possono apprezzare gli animali che popolano il Mare Nostrum nelle 12 vasche “Le perle del Mediterraneo” dove nuotano il cavalluccio marino, il granchio melograno, il polpo, il pesce trombetta e molti altri esemplari.

La struttura offre al pubblico un percorso di visita integrato, con uno spazio mostre al primo piano che ospita “Kosmos: il cielo e le stelle dall’antichità a Galileo” ideata dal Museo Galileo – Istituto e Museo di Storia delle Scienze di Firenze, a cura di Giovanni Di Pasquale. Al termine della visita, è possibile accedere alla terrazza panoramica da cui ammirare il lungomare e le isole dell’arcipelago toscano.

 

Completamento dell’offerta al pubblico: gli abbonamenti per i visitatori

Con una forte attenzione ai visitatori, in particolare al target delle famiglie con bambini, l’Acquario di Livorno offre la possibilità di visitare più volte in un anno il percorso rinnovato ad un prezzo vantaggioso con il nuovo abbonamento 5 ingressi (utilizzabili entro 1 anno dall’acquisto e nominali). Abbonamento Adulto ha un costo di € 40,00 (anziché € 60,00) - Abbonamento Ragazzo ha un costo di € 20,00 (anziché € 30,00) e può essere acquistato presso la biglietteria della struttura.

 

Informazioni pratiche

A Giugno la struttura sarà aperta tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 19.00 (ultimo ingresso 18.15).

A luglio ed agosto, l’apertura al pubblico sarà tutti i giorni dalle ore 10.00 alle ore 21.00 (ultimo ingresso 20.15).

 

Per info aggiornate su orari delle attività e prenotazioni tel. 0586/269.111-154 (dal lunedì al venerdì, 8.30-13.00 e 14.00- 17.30), info@acquariodilivorno.it - www.acquariodilivorno.it.

 

Ufficio stampa Acquario di Livorno

Costa Edutainment SpA

Tel. 0586/269.155

stampa@acquariodilivorno.it

www.acquariodilivorno.it

---

Scuola Superiore Sant’Anna – www.sssup.it ; www.facebook.it/scuolasuperioresantanna ; Twitter @ScuolaSantAnna

Ufficio Informazione e Comunicazione Istituzionale

Giornalista Responsabile: Dott. Francesco Ceccarelli

P.zza Martiri della Libertà 33 - 56127 Pisa - Tel. +39 050 883378 Mobile +39 348 7703786